Ragazzi, Noi ci crediamo!

Prima di addentrarci nel racconto della gara ringraziamo Davide della Spensley che, direttamente da Genova, ha realizzato degli scatti d’autore contenuti nella fotogallery in calce all’articolo. Avere avuto tra la “gente popolare” il fotografo di una delle gradinate più famose d’Italia fa sempre un grande effetto. E chissà che non ci siano altri connubi tra la Spensley, noto marchio di abbigliamento della sottocultura vintage del mondo calcio, ed il Genio!

Il Palermo Calcio Popolare esce sconfitto dall’ultima giornata della regular season del campionato di Prima categoria. Il finale thrilling di questa stagione sorride ai padroni di casa del Resuttana San Lorenzo che si impongono per 2-0 al campo del Ribolla. Un successo legittimato dai locali, con due reti nel secondo tempo, figlio del gran momento di forma della squadra del duo Costanzo/Aronica, che cosi si candida a favorita nei play-off promozione. Spareggi promozione centrati anche dal Popolare, ma la sconfitta costringe il Genio al quinto posto in griglia.
All’ingresso delle squadre lo spettacolo lo regalano le due tribune del campo di Via Leonardo Da Vinci. Il settore di casa con tanto di fumogenata si presenta con un lungo striscione a bordocampo che recita “Noi oltre la categoria”, da li in poi sarà incitamento nei confronti della compagine del presidente Conte.

Fin dal kickoff il match risulta tirato, maschio e sul filo del rasoio con un primo tempo giocato a centrocampo con muscoli d’accaio e ampi momenti di studio e con i ragazzi di Mister Troia alla ricerca dell’imbucata vincente.
Il risultato si sblocca nella ripresa con Di Girolamo che, al minuto 74, con una stoccata dal limite d’area insacca proprio all’incrocio dei pali. Il raddoppio arriva proprio sul triplice fischio finale, ad opera di Rosone, con il Palermo Calcio Popolare tutto riversato in attacco alla ricerca del pari che avrebbe cambiato di una casella in avanti la posizione di accesso ai play-off. Inutile dilungarci sulla cronaca calcistica dei due tempi: il calcio è bello proprio perche il risultato scritto sul taccuino dell’arbitro rappresenta la sacralità del pallone. Partita maschia si, come doveva essere un finale di stagione cosi tirato, ma con un abbraccio corale ed applausi per tutti al termine della gara. Bello il saluto di entrambe le formazione agli opposti settori di appartenza sui gradoni, tra applausi e strette di mano. Quegli stessi gradoni, quelli del settore ospiti, che hanno visto un’accorata performance dei Sostenitori del Genio. I proprietari del Palermo Calcio Popolare hanno incitato senza sosta i propri ragazzi facendo respirare aria di casa per tutti i novanta minuti. Numerosa la presenza delle famiglie con al seguito tanti bambini che hanno sperato a lungo di esultare al gol dei ragazzi con la maglia del Genio.

Palermo Calcio Popolare che chiude cosi al quinto posto, ultimo valido per l’accesso ai play-off. Posizione che costringe la squadra popolare a giocare la semifinale in trasferta. Stesso discorso che varrà in caso di accesso in finale.
E’ doveroso rendere onore e merito alla prima delle escluse dai play-off ovvero il Città di Carini. La compagine rossoblu difatti, senza la penalizzazione inflitta a campionato in corso, avrebbe conquistato un posto in griglia. Quei tre punti tolti dal tribunale federale hanno pesato come un macigno nella conta finale.

Il Genio sarà ospite del Fulgatore, domenica 5 maggio ore 16.30, sul sintetico di Custonaci. L’avvio dei lavori nell’impianto del centro alle porte di Trapani ha costretto al trasloco, per tutto il finale di stagione, gli uomini del presidente Gammicchia. La ciurma di Mister Troia dovrà obbligatoriamente vincere per accedere alla finale. In caso di pareggio, al termine dei 120′, sarà infatti premiato il Fulgatore.

In quel sogno noi ci crediamo, ma mai chiederemo ai nostri ragazzi una vittoria; ci basterà il solito ed immancabile impegno e la maglia con addosso il Genio di Palermo intrisa di sudore. Ed i nostri guerrieri in verderosanero, senza un solo euro di rimborso, sono la più grande vittoria calcistica che potevamo chiedere. Forza Ragazzi noi ci crediamo!

Amunì Genio…il calcio è della gente!

Contro il Calcio Moderno