I muscoli del Capitano

“Guarda i muscoli del capitano, tutti di plastica e di metano. Guardalo nella notte che viene, quanto sangue nelle vene. Il capitano non tiene mai paura…” comincia così la bellissima ballata del maestro De Gregori che omaggia il ruolo del capitano, in quel caso di un coraggioso comandante di un vascello, narrando della responsabilità che l’incarico gli impone. Quello del Palermo Calcio Popolare porta il nome di Ezio Petrolà, non avrebbe bisogno di ulteriori elogi: lui ha scritto pagine importanti del calcio regionale segnando gol a raffica. Quando più di un anno fa si avvicinò al nostro modo di intendere il gioco più bello del mondo eravamo quasi stupiti ed esterefatti, oltre che orgogliosi di averlo con noi. E’ diventato nel corso del tempo un punto di riferimento per tutto il progetto: ogni suo rimprovero, più o meno burbero, in mezzo al campo è seguito sempre da un consiglio che è tesoro per ogni ragazzo che indossa la nostra maglia.

Nell’ultima gara giocata, di fianco a quei cantieri navali indissolubilmente a lui legati, il capitano è riuscito ancora una volta ad incantare i presenti accorsi. Un risultato tondo, da record per il Genio. Otto a zero, contro il Capaci City, al termine di una gara senza storia. L’autografo sul tabellino l’ha messo proprio il numero dieci verderosanero realizzando un poker di reti. Da antologia quella del 5-0 con un tiro di controbalzo quasi da centrocampo: un colpo alla Petrolà. Nel taccuino finale entrano anche Bubacarr, Leto, Mercadante e Ciccotta tutti con una singola marcatura.

Sostenitori sempre protagonisti con cori nuovi e tifo incessante. “E’ due anni che ti seguo…forza Genio facci un gol”, ideato al volo dagli spalti, ha reso ancora più magica la terra battuta del Fincantieri che, al triplice fischio finale, ha regalato la vetta alla squadra che appartiene alla propria gente. Nell’intervallo, distribuito come ormai consuetudine il match day: il nostro giornalino dal sapore vintage che parla di seconda categoria, azionariato e calcio popolare.

In conclusione, da sottolineare il bellissimo applauso della tribuna riservato sia ai ragazzi del Capaci City che a tutta la banda di Mister Troia.

Prossimo weekend che vedrà il Palermo Calcio Popolare osservare un turno di riposo nell’attesa della trasferta, sabato 18 novembre, in quel di Campofelice di Roccella , contro i locali del Real Casale.

Amuni Genio…il calcio è della gente!

Against Modern Football