Subbuteo, Oscar e MatchDay!

E’ stata una settimana intensa e ricca di novità quella che ha preceduto il match casalingo contro la Supergiovane Castelbuono.

Quel “Subbuteo” ad inizio titolo, ma anche in fotocopertina, ci fa ancora emozionare ogni qualvolta guardiamo gli splendidi omini con le nostre maglie addosso. Una vera e propria sorpresa, opera di un appassionato perugino, del più vintage e popolare gioco da tavolo. Ringraziamo per l’occasione il nostro amico Francesco Caltagirone, gancio fondamentale di questa meravigliosa e geniale produzione.

E’ stata anche la settimana in cui il nostro allenatore Giovanni Troia è stato premiato per l’esaltante e vittoriosa stagione appena trascorsa. L’Aiac di Palermo gli ha conferito una targa premio all’interno dell’Oscar degli Allenatori, in quel di Villabate. Emozionato ed elegante ma pur sempre con animo popolare, Mister Troia ha voluto sottolineare, su una punzecchiante domanda di una giornalista, che il progetto del Genio è un’idea differente di fare calcio e che per i Soci fondatori il Palermo, inutile precisare quale perchè ne esiste solo uno, resta un amore da cui non si può prescindere!

Non ci siamo ancora occupati del match domenicale valido per la terza giornata del girone B della seconda categoria. Il Palermo Calcio Popolare ha inanellato la seconda vittoria consecutiva battendo i madoniti per 2-0. Partita equilibrata per lunghi tratti con importanti occasioni da rete, per entrambe le compagini, nella prima frazione, chiusa sullo 0-0. Nell’intervallo, mentre allenatori e giocatori preparano tattiche e contromisure, sugli splati c’è una piacevole novità: fanzine, programma o semplicemente e nostalgicamente “match day”. Un numero zero, in un economico e spartano foglio A4, con quattro facciate per raccontare l’ultimo match disputato, la locandina di presentazione dell’incontro casalingo e statistiche del girone del Palermo Calcio Popolare. C’è anche spazio per un’importante finestra sulle altre realtà di calcio popolare sparse per lo stivale. Una chicca in bianco&nero, scaricabile al link sottostante, che rappresenta una di quelle tradizioni che vorremmo non si disperdesse nel tempo, in tutte le anime del calcio.

MATCH DAY – numero 0

Pochi minuti dopo il fischio d’avvio della ripresa, l’ingresso in campo di Santoro, spacca in due la gara. Il numero 14 prende per mano i suoi professando ordine e geometrie. La mossa di Mister Troia porta ben presto il risultato desiderato. Al minuto 56 difatti arriva la rete del vantaggio di Ciccio Catania. Tripudio tra i gradoni del catino del cantiere navale. Il volume sempre al massimo da parte dei sostenitori è un’arma micidiale per gli undici in campo. Il  “Forza Genio facci un gol” cantato a ripetizione, è il coro che precede la rete del vantaggio; ennesima dimostrazione che il dodicesimo uomo in campo fa sempre la differenza. Attimi di tensione quando resta a terra, privo di sensi a seguito di un impatto, Francesco Trapani, momenti di paura in tribuna ed in campo. Minuti che durano un’eternità e si concludono con un liberatorio applauso quando il numero due popolare si rialza e raggiunge la panchina. La sostituzione di Trapani risulterà anch’essa decisiva: il subentrato ed esordiente Alessio Gorgone, in pieno recupero, insacca la rete del definitivo 2-0.  Un perfetto colpo di testa in terzo tempo, su una sublime palla di capitan Petrolà, che fa andare in visibilio il biondino palermitano protagonista di una corsa senza freni verso sostenitori e panchina.

I ragazzi sotto il settore che saltano insieme alla propria gente è la diapositiva finale che chiude il primo successo casalingo del Genio.

Prossimo appuntamento fissato per domenica 29 ottobre alle ore 14.30, ospiti del Real Trabia. Vieni a sostenere il Palermo Calcio Popolare nell’insidiosa seconda trasferta stagionale.

Amunì Genio…il calcio è della gente!

Against Modern Football