Si riparte dal Genio!

E’ stata ancora una volta l’immancabile pinta di birra la vera protagonista della serata che, ha sancito le firme di alcuni dei nuovi innesti della stagione ormai alle porte.

Al termine dei due stage estivi, svolti qualche settimana fa, Mister Troia ha selezionato otto elementi per il nuovo roster 2017/2018. Con l’obbligo dell’under 18 sempre in campo, prerogativa che vige in seconda categoria, la scelta delle new-entry è stata praticamente incentrata su questa fascia d’età.

I classe 1999 che si sono legati al Palermo Calcio Popolare sono: Giovanni Molinari, portiere cresciuto nella Fincantieri Calcio e svincolato dallo Sparta Palermo; Salvo Garofalo e Manuel Caponnetto, entrambi provenienti dalla Panormus; Bubacarr Sarjo e Amadou Jallow, giovani gambiani di una comunità palermitana. Ancora una volta il Genio, con la scommessa dei due giovani extracomunitari, ha voluto sottolineare il forte impatto sociale del progetto nella speranza che sia una forma di riscatto per questi ragazzi.

Gli altri nuovi arrivi in maglia verderosanero sono Alessio Gorgone, classe 1997; Gabriele Tuzzolino, esperto jolly proveniente dallo Sparta Palermo ed infine Alessio Leto, esterno offensivo del ’90 che si aggregherà in fase di preparazione precampionato.

Una serata che ha coinvolto soci, sostenitori ed i ragazzi che nella scorsa stagione hanno difeso il nostro progetto e che hanno avuto la possibilità di conoscere i nuovi compagni di spogliatoio. La location Ohana Pub si è trasformata in un aperitivo popolare e tra birra, chiacchiere e foto di rito si è rinsaldato il forte legame con i nostri sostenitori, vero cuore pulsante del progetto.

Vogliamo ringraziare ancora una volta tutti i ragazzi che hanno preso parte ai due stage estivi, rendendoci orgogliosi del nostro operato. Se oggi a Palermo si parla di una squadra interamente gestita dalla propria gente è anche grazie a tutti coloro che ci credono e che vogliono confrontarsi in ogni momento con questa nuova realtà. Il calcio moderno si combatte anche da queste piccole cose. Il Genio anche quest’anno scenderà in campo con la numerazione classica delle maglia dall’uno all’undici. Intendiamo non aderire alla nuova possibilità proposta dalla federazione di personalizzare la numerazione delle maglie da gioco, come già avviene da tempo nelle serie maggiori. Per il Genio è l’ennesima presa di posizione contro il calcio moderno. Tutto questo per noi è il calcio popolare.

Attendiamo con trepidazione il nuovo inizio per riassaporare l’emozioni di un calcio della gente, gradoni sgangherati animati da goliardia e terra battuta.

Against Modern Football…Amuni Genio!

iconafotogallery