Il digiuno a Bompietro

bmphome

Volge ormai al termine il Carnevale e sta per cominciare il periodo di quaresima. A Bompietro, il famoso digiuno quaresimale ha avuto inizio con un pò di anticipo. Se in campo i ragazzi hanno portato a casa un punto, nonostante il digiuno realizzativo che ha determinato il pareggio a reti inviolate, fuori dal rettangolo di gioco si è assaporato il cosidetto “pititto” . Nonostante l’arrivo con largo anticipo al campo, in un paese dall’atmosfera surreale ed incantata per l’incredibile ed assordante silenzio che lo avvolge, i sostenitori al seguito del Palermo Calcio Popolare non hanno potuto degustare le prelibatezze del luogo visto la chiusura dei locali di ristoro nel centro madonita. Un’assoluta delusione per i ragazzi che sostengono il Genio dopo le positive esperienze culinarie di Lercara, Ciminna, Montemaggiore ed Alia. L’unico posto che ha potuto colmare l’amaro in bocca, ma direi più che altro il vuoto allo stomaco, è stato il trentennale bar in prossimità della piazza con birra e patatine in busta.

Poteva essere il replay del match di Alia: un diluvio inaspettato prima del kickoff ha notevolmente compromesso la terra battuta del campo sportivo Brucato. A ridosso del via il meteo ha dato una pallida tregua che ha retto per tutti i novanta minuti. Nonostante l’assenza della pioggia durante la gara, l’aspetto tecnico anche questa volta è stato compromesso dall’imprevedibile rimbalzo del pallone tra stagnetti provvisori, al limite del controllo, ed ampie porzioni di bel campo. Un palo di Sissoko, una colossale occasione di Prince, ma anche un salvataggio miracoloso di D’Andò le occasioni della prima frazione. La quiete all’ora del riposo di Bompietro viene spesso interrotta, quasi maleducatamente, dal continuo incitamento dei sostenitori ospiti, presenti in una decina di unità.

Nella ripresa è ancora il palo a fermare il Genio: il tiro cross di Trapani battendo nella parte interna del legno esce clamorosamente a lato attreversando tutta la linea di porta lasciando strozzato in gola l’urlo del gol nella tribunetta ospite. Pochi i sussulti nella parte finale della gara. Finisce zero a zero, il primo del campionato del Genio, in un campo ostico e difficile espugnato solo una volta in stagione.

Diminuisce a sei il vantaggio sull’insegutrice Lercara, a quattro giornate dal termine.

Due gli appuntamenti da non perdere. Si comincia Lunedi 27 febbraio alle ore 21.30 presso il Gascoigne Pub per festeggiare il primo anno del Palermo Calcio Popolare. Domenica 5 marzo si torna in campo, ancora in trasferta, in quel di Polizzi contro il Mufara. Tra intrecci e conti pitagorici…Amuni Genio!

il calcio è della gente!

clicca qui per la fotogallery