Hat-Prince

homadonie

Non potevamo ignorare la prima storica tripletta di un giocatore del Palermo Calcio Popolare. Il famigerato e tanto osannato “hat-trick”, sostituito con il nome di colui che ha messo a segno la tripla marcatura, è stato appunto realizzato dal nostro Kohou Prince che ha potuto portare a casa il pallone del match. Le tre realizzazioni del ragazzo ivoriano hanno permesso alla compagine del Genio di imporsi per 5-0 sul fanalino di coda Madonie. Il più classico dei testacoda difatti è stato il match che ha inaugurato la quarta giornata di ritorno del girone A della terza categoria palermitana.

Ancora una volta ottima cornice di pubblico al catino dei cantieri navali, piu di un centinaio le presenze sugli spalti. Sulle gradinate è stato esposto, per tutta la durata della gara, uno striscione con scritto “per quanto vi crediate assolti sarete per sempre coinvolti. Giustizia per Federico”. Uno striscione per ricordare, invocando giustizia, l’incredibile vicenda sulla morte di Federico Aldrovandi.

Il primo tempo è un vero e proprio assedio del Genio alla porta madonita. Tante le occasioni per gli attacanti verderosanero, quest’oggi col tridente Sissoko-Prince-Cosenza. A sfruttare ed a concretizzare al meglio il gioco dei ragazzi di Mister Troia ci pensa Prince abile nel bucare tre volte la porta degli avversari su altrettanti assist di Mario Cosenza.

L’inizio ripresa è aperto dal coro “forza Palermo Calcio Popolare per batter sto squadrone ci vuol la nazionale”, un volo pindarico da parte dei sostenitori del Genio con un paragone figlio della goliardia che contraddistingue questo progetto. Sul rettangolo di gioco è pura accademia da parte dei padroni di casa che amministrano il vantaggio riuscendo anche a trovare le due reti che chiudono lo score grazie a Manuele Hubner Garofalo, con un staffilata dal limite d’area, e Ciccio Trapani che realizza un generoso calcio di rigore proprio allo scadere.

Rendiamo merito al Madonie che nonostante i zero punti in classifica ha onorato la gara schierando una formazione formata da giovani ragazzi dell’area madonita e qualche over 40, impeccabili per la correttezza e l’abnegazione per tutti i 90 minuti. Standing ovation ed applausi meritati per gli ospiti.

Oltre la vittoria in campo, dalle “radioline” arriva la notizia del pareggio del Lercara e dei k.o. di Alia e Ciminna. Adesso il vantaggio sul Lercara, secondo in graduatoria, è di ben otto punti a sei giornate dalla fine. Il prossimo appuntamento è la stracittadina contro la Panormus, ancora una volta tra le mura amiche del campo Fincantieri, sabato 18 febbraio alle ore 15.00. Buon derby a tutti ed amuni Genio!!!

il calcio è della gente…!

clicca qui per la fotogallery