Aria di campionato

Il campo sportivo nella foto, ossia il Comunale Enzo Curreri di Trabia, battezzerà’ la seconda stagione consecutiva nel campionato di Prima Categoria del Palermo Calcio Popolare. Un campo con gradoni veramente popolari con la polverosa terra battuta e dove si respira aria di un calcio che a noi piace tanto. L’Enzo Curreri, per l’appunto, sarà il palcoscenico del match contro lo Sporting Termini. La prima giornata di un girone, il raggruppamento B, che ci proiettera’ in terra madonita e nelle zone limitrofe con due avvicinamenti al capoluogo. Sara’ la prima volta della stracittadina contro la longeva formazione del Calcio Rangers e sempre tra le mura cittadine ripeteremo, per la terza stagione di fila, la gara contro il Resuttana San Lorenzo. Le novità assolute per Mister Troia sono il Città di Petralia Sottana, il Città di Petralia Soprana, il Citta di Castellana, il Roccapalumba, il Valledolmo Calcio ed il Real Suttano che ci spingerà per la prima volta nella provincia nissena, in quel di Resuttano. Replay invece, di incontri disputati nella seconda categoria di due stagioni or sono, contro Real Casale, Real Trabia Bellaville, Cerda Giuseppe Macina ed appunto lo Sporting Termini. Un flashblack da ricordare quella trasferta, si giocò però a Termini Imerese, con i Sostenitori popolari giunti fino in terra termitana con il treno! E per i corsi e ricorsi fu proprio lo Sporting Termini ad inaugurare quel campionato del Palermo Calcio Popolare, con il roboante 0-3 degli ospiti ai cantieri navali, per poi rincontrarsi nella finale playoff che ci proietto’ in prima categoria. Amarcord che ancora oggi ci riportano emozioni con annessi brividi. Sarà un campionato bellissimo, come sempre ed ovunque , a fianco della squadra, ci saranno i proprietari della squadra che appartiene alla propria gente e che vedrà i ragazzi di Mister Troia giocare in casa, al campo dei Cantieri Navali, il sabato. Come sempre il Palermo Calcio Popolare non darà alcun euro di rimborso a giocatori ed allenatore, rendendoci ancora una volta orgogliosi e fieri dei nostri splendidi ragazzi in maglia verderosanero … Non sappiamo se siamo gli unici in questa serie o se rappresentiamo una prassi comune, ma una cosa è certa: alla gente del Genio basta vedere la maglia sudata a fine gara, stringersi in un abbraccio, stare sui gradoni con un pizzico di goliardia e poi come sempre fare scorrere fiumi e fiumi di birra nel nome di un’ idea di calcio che fin dalla nascita, cerca di rendere il calcio accessibile a tutti e prova, nel suo piccolo, a stare lontano dalle dinamiche del calcio moderno… Contro il calcio moderno… Il calcio è della gente! Buon Campionato a tutti!