“Ha segnato Magnacavallo”

Ancora una vittoria casalinga per il Palermo Calcio Popolare che si impone per 5-1 contro il Gibellina. Risultato che mostra la netta superiorità, per quanto concerne il gioco espresso, da parte dei ragazzi di Mister Troia, ma l’andamento della gara ha raccontato ben altro.
Una partita dai due volti con il Palermo Calcio Popolare incocludente nella prima frazione, ma cinico e spietato nella ripresa. Nonostante il pallino del gioco sempre in mano ai verderosanero, il Gibellina riesce a trovare, a metà del primo tempo, la rete del vantaggio con un astuto ed alquanto imprendibile colpo di testa che sorprende il portiere Gambino. Sugli spalti si sparge la voce che la marcatura è realizzata da tale “Magnacavallo” (baffuto giocatore degli anni ’80 di Atalanta e Triestina), ma in realtà la rete è firmata dal giovane numero due Fontana. Magnacavallo cosi come tante altre trovate goliardiche sono una delle tante anime del progetto popolare; quella goliardia che ci permette di riempire con spensiaratezza gli spalti del catino dell’Acquasanta, facendo respirare un calcio d’altri tempi. Questa per noi è una vittoria, più importante dei risultati che sul campo si possono ottenere!
Ma c’è da finire di raccontare il resto della gara. Una volta in svantaggio sono tanti i tentativi degli avanti locali alla ricerca della marcatura, ma la sterilità e l’imprecisione sottoporta mandano le squadre all’intervallo sullo 0-1. Il secondo tempo è tutt’altra storia. Dopo appena cento secondi la squadra popolare è gia in vantaggio con un fulmineo uno-due firmato Pizzoli e Spina. Ma i brividi sulla schiena degli accorsi all’Acquasanta si rifanno vivi quando il Gibellina si divora la clamorosa palla del pareggio a metà tempo. A quel punto il match diventa completamente in discesa per il Genio che trova la rete del 3-1 con una perfetta serpentina del difensore Mirko Marino. Ma il gol più importante di Marino è arrivato l’indomani, con la nascita del primogenito – Auguri Mirko – .
Con il doppio vantaggio in cassaforte, ci pensa ancora uno scatenatissimo Pizzoli a timbrare il cartellino con una doppietta e sul finire di tempo a servire l’assist a Fiorino per il definitivo 5-1.
Un successo rotondo che permette alla squadra, gestita direttamente dai propri tifosi, di insediarsi a ridosso delle prime posizioni in classifica.
Il consueto abbraccio finale sotto il settore di casa è il meritato premio per tutto il progetto sotto l’egida del Genio.

Da sottolineare la presenza dei tifosi ospiti nella tribuna principale del campo del Cantiere Navale. Una cittadina di appena 4.000 abitanti con una tifoseria al seguito, presente in casa ed in trasferta e legata fortemente alla propria squadra, non può che essere elogiata dal Palermo Calcio Popolare. Il saluto finale, con tanto di applausi dei nostri giocatori proprio verso il settore ospiti, ne è la dimostrazione.

Adesso appuntamento in trasferta, ma pur sempre a Palermo: ospiti della Colomba Bianca, nel mitico campo della “Roccella”. Calcio d’inizio fissato alle 14.30 di domenica 4 novembre.

Amunì Genio…il calcio è della gente!

Contro il Calcio Moderno