“La birra è finita”

E’ Giuseppe Sorrentino a regalare il primo successo in categoria al Palermo Calcio Popolare. Grande prova dei ragazzi di Mister Troia che con il minimo scarto, uno a zero lo score finale, battono un coriaceo e mai domo Città di Cinisi. Un battesimo casalingo segnato dall’incessante pioggia che non ha mai scoraggiato i tanti accorsi al catino dei cantieri navali.

Una partita con il pallino del gioco in mano ai ragazzi in verderosanero per tutti i novanta minuti. Tante le palle gol non finalizzate, in entrambi i tempi. La sempre attenta retroguardia ospite ha respinto con successo gli attacchi popolari con il portiere Zerillo protagonista. Anche quando il guardiapali del Cinisi sembra battuto, un clamoroso palo nega la gioia del gol a Rizzo, nell’occasione protagonista con una conclusione dai 20 metri. Nonostante la pioggia ad “assuppa viddanu”, e scusateci il termine strettamente panormita che sta ad indicare una perpetua ma non intensa precipitazione, i gradoni del campo sportivo dell’Acquasanta sembrano, con lo scorrer del primo tempo, non risentire di queste avverse condizioni. Notevole e continuo l’incitamento della gente del Genio. Battimani, fumogeni e cori secchi non mancano mai a sostegno dei ragazzi. E ad inizio ripresa dai gradoni di casa si leva anche la richiesta di sospensione anticipata della gara. Proprio cosi, la fine della birra non lascia speranze ai sostenitori di casa! Si leva più volte il grido “arbitro sospendi la partita, la birra è finita”. Ed è proprio in quest’atmosfera tra goliardia e disperazione che arriva la rete che decide la gara. Una liberazione per panchina, tribune e giocatori in campo! Il colpo di testa sottoporta di Sorrentino è un perfetto mix tra l’assist di Balistreri ed il velo di Fiorino. Da quel momento il Cinisi si presta in più circostanze al contropiede di Bracia e compagni. Lo stesso Bracia dapprima e subito dopo il neoentrato Pizzoli però non concretizzano due ottime palle per il possibile raddoppio. Lo scorrer via del tempo sembra infinito e dopo sei minuti di recupero, il triplice fischio finale sancisce il primo successo in campionato del Palermo Calcio Popolare.

Bellissimo l’abbraccio collettivo di tutta la squadra proprio sotto il settore occupato dai Sostenitori-Proprietari del progetto. E dopo i festeggiamenti tra cori e l’immancabile goliardia, concedeteci di dedicare un pensiero finale alla memoria di Stefano Cucchi. Nel febbraio del 2017, in quel di Alia nell’allora campionato di Terza Categoria, la gente del Genio decise di esporre un sibillino “Giustizia per Stefano”. Oggi quella richiesta di giustizia, arrivata tra l’altro da tutto lo stivale, si sta man mano legittimando….”Giustizia per Stefano”!

Amunì Genio…il calcio è della gente!

Contro il Calcio Moderno