Orgoglio Popolare

Non riesce a ritrovare il successo casalingo la compagine del Genio. Lo zero a zero al termine del match contro il Real Casale, valido per la diciannovesima giornata, non fa altro che alimentare le tanti recriminazioni per i punti lasciati per strada dagli uomini di Mister Troia. Prima di narrare la cronaca mera e spicciola della gara, vogliamo raccontarvi di un’iniziativa ancora una volta “Popolare”. Un’iniziativa che sicuramente ci contraddistingue e che ci rende orgogliosi: la Scuola Calcio Popolare che prenderà il via il 3 aprile sarà infatti totalmente gratuita. Grazie al Parco della Salute che ci ospiterà, e nella fattispecie la Vivi Sano onlus che gestisce il campetto sito al Foro Italico, siamo riusciti a realizzare un progetto che, seppur della durata di soli tre mesi, darà la possibilità a tutti i bambini e le bambine, nati tra il 2008 ed il 2011, di dare un calcio ad un pallone senza tatticismi di sorta. Proveremo ad impartire la nostra idea di calcio, lontana dalle logiche milionarie e televisive, seguendo quei valori tanto cari a noi del Palermo Calcio Popolare. Ci dispiace se non riusciremo ad accontentare eventuali numerose richieste di adesione, ma quei 30 o 40 bambini che indosseranno la nostra magliettina sicuramente ci emozioneranno e renderanno unica questa iniziativa. Lunga vita al Calcio Popolare!

clicca qui per la locandina della Scuola Calcio

Dal Foro Italico che si tingerà, tra aprile e giugno, di verderosanero al chiaroscuro dell’Acquasanta il passaggio risulta un pò amaro. Parlavamo del rammarico per i punti persi nel 2018, nonostante al progetto Palermo Calcio Popolare basti l’impegno mostrato dai ragazzi in campo. Anche nel match contro il Real Casale non è mancata la maglietta sudata a fine gara, ed è questo il dazio che pretendiamo da chi la indossa. Non c’è nulla da dire ai nostri guerrieri e potremmo anche raccontare dell’ennesima gara accompagnata dalla malasorte, ma preferiamo come sempre la dura legge della terra battuta e di quel magico pallone che rotola. E’ giusto anche dire che il Real Casale, nel primo tempo, ha avuto una clamorosa palla gol che Fabrizio D’Antoni ha prontamente e prodigiosamente sventato. Il forcing finale dei verderosanero avrebbe anche meritato il gol vittoria: Garofalo, Spina, Balistreri e Pizzoli sono andati veramente ad un passo dalla segnatura. Ma il Dio del Calcio ha sentenziato lo zero a zero e per questo lo prendiamo come ennesima dimostrazione che il campo ha sempre ragione. I Sostenitori Popolari hanno fatto il loro incitando per novanta minuti i propri giocatori ed il consueto ed accorato applauso, al fischio finale, ha accompagnato i protagonisti nello spogliatoio.

Adesso è tempo di stracittadina. Domenica 25 Marzo alle ore 15.00 si giocherà in casa della Colomba Bianca, al campo sportivo Conca d’Oro di Via Messina Marine.
La vetta della classifica è ormai lontana, cosi come appaiono distanti gli altri due posti davanti, ma quell’idea che un altro calcio è possibile si fa sempre più vicina nella nostra testa.

Amuni Genio…il calcio è della gente!

Against Modern Football