Pareggite!

Il Palermo Calcio Popolare continua a mancare l’appuntamento con la vittoria. La gara, valida per la diciasettesima giornata, contro il Real Trabia finisce 2-2. Quarto pareggio casalingo di fila per il Genio: al catino del Cantiere Navale il successo manca dal mese di novembre. Una vera e propria pareggite, cosi come goliardicamente abbiamo sottolineato nel nostro titolo d’apertura.

Nei primi quarantacinque minuti la formazione di Mister Troia prova ad imbastire trame di gioco, ma senza rendersi mai pericolosa. Gli ospiti dal canto loro, approfittando della sterilità dei verderosanero, trovano il vantaggio al sedicesimo minuto con Li Fonti. L’attacante in maglia blu è abile a bucare la difesa popolare insaccando a due passi da D’Antoni. Il Genio prova ad impostare una reazione con Rizzo e Bubacarr che impiensieriscono la retroguarda del Trabia. Ci pensa allo scadere del tempo Balistreri ad impattare il match realizzando un calcio di rigore. Uno a uno al riposo.

Nella ripresa i padroni di casa scendono in campo con ben altro piglio. Quarantacinque minuti di assoluta padronanza, con gli avversari alle corde che non riescono più ad impensierire la ciurma del Genio. Un vero e proprio assedio con occasioni a ripetizione: la più clamorosa, quella del neoentrato Mario Cosenza che in acrobazia, a botta sicura, centra in pieno il portiere Grillo. Quando il match sembra ormai indirizzato verso la fine, ci pensa Abbate sottoporta a far esplodere la tribuna della Fincantieri trovando la rete del vantaggio. Però ancora una volta la beffa è dietro l’angolo, anzi dietro il fallo laterale. Sugli sviluppi di una rimessa con le mani è Sorce, in pieno recupero, a segnare la rete del definitivo 2-2 pescando un jolly all’ultimo respiro. Pareggio che lascia l’amaro in bocca agli undici in campo, ma che sugli spalti è salutato con i sempre presenti applausi di ringrazimento. I nostri ragazzi settimana dopo settimana, sacrifici dopo sacrifici, continuando ad onorare al meglio il nostro progetto con impegno e sudore! Ai quaranta sostenitori accorsi quest’oggi è bastato questo. Quegli stessi tifosi che mai domi hanno cantato ed incitato la squadra di loro proprietà per novanta minuti. La bandiera che svetta altissima in cima al muro della tribuna, proprio davanti le case popolari dell’Acquasanta, è la splendida diapositiva che abbiamo omaggiato in copertina.

Frenata generale in vetta alla classifica che permette alle inseguitrice di accorciare e riaprire la lotta per tutte le posizioni in zona play-off.

Prossimo appuntamento fissato per domenica 25 febbraio alle ore 15.00 in quel di Torretta, ospiti del Capaci City. Quando pensiamo al Capaci City si innesca puntualmente la girandola delle emozioni. In mente non può che ritornare la prima volta assoluta del Palermo Calcio Popolare. Era il settembre del 2016 e quell’amichevole, che ci ricorda da dove siamo partiti, deve dare ancora di più la spinta a tutto il progetto.

Amuni Genio…il calcio è della gente!

Against Modern Football