Il Genio è sulla collina

Il Palermo Calcio Popolare cade in quel di Castelbuono. Uno a zero per i locali della Supergiovane al termine di una gara decisa dalla rete di Antista al 68′. Prima del racconto degli highlights vogliamo parlarvi della romanzesca e temeraria gita fuori porta dei nostri tifosi. L’inagibilità, last minute, degli spalti del Failla non ha impedito infatti ai nostri Sostenitori la rilevante presenza anche in questa importante trasferta. Una partecipazione tangibile e visibile fin dalla mattina: una settantina di unità, tra giocatori e sostenitori, hanno colorato di verderosanero le vie e le piazze dello splendido centro madonita. Al termine del pranzo, con prelibatezze del luogo, comincia la ricerca di un posto dove poter scorgere il rettangolo di gioco. La piccola collinetta, alle spalle di una delle due porte, è presto trasformata in una gradinata improvvisata con i colori del Genio. Una visione splendida con i nostri Sostenitori bellissimi da vedere, e stavolta vogliamo proprio dirlo! Senza alcun patto o compromesso, in pieno futebol d’altri tempi: per il Palermo Calcio Popolare l’idea differente passa anche da questo!
Abbiamo dei limiti e siamo consapevoli che possiamo incappare in degli errori, ma il nostro modo di essere non lo può cambiare nessuno!

La partita invece è stata la classica gara dai due volti. Un primo tempo di assoluta padronanza palermitana. Bubacarr si fa letteralmente ammaliare dal portiere di casa che lo ipnotizza in almeno tre nitide circostanze. Anche Rizzo e Santoro hanno l’occasione per trovare il vantaggio, ma non riescono a trovare la via della rete. Ha un’ottima occasione anche la Supergiovane, ma il sinistro ad incrociare di Antista è respinto dal portiere D’Antoni.
La ripresa ha storia diversa. I padroni di casa provano ad addormentare il match abbassando il ritmo di gioco, cercando l’affondo in diverse occasioni. A metà tempo sono due gli interventi prodigiosi del guardiapali del Genio, sempre su Antinta. Anche la compagine di Mister Troia va vicina al vantaggio, ma Rizzo non arriva per pochissimo su un fendente di Balistreri. Ci pensa Antista, al 68′, a fare capitolare D’Antoni con una conclusione di controbalzo in mezzo all’area di rigore. E’ la rete che chiude i conti e determina lo score finale. Inutile l’assalto dei ragazzi popolari alla porte castelbuonese nel finale di gara. Finisce con la Supergiovane che allunga di ben sette lunghezze in classifica sul Genio e che mantiene il percorso netto tra le mura amiche confermandosi capolista del torneo. Complimenti ai giocatori della Supergiovane che insieme ai nostri ragazzi hanno dato vita ad un match spettacolare ed intenso, maschio e combatutto in un campo ai limiti della giocabilità, ma che ci sa tanto di calcio vecchio stampo. Proprio come piace a noi. Ai nostri ragazzi non possiamo rimproverare nulla, come sempre hanno dato anima e cuore onorando quella maglia che rappresenta un progetto fatto di un calcio differente,con la propria gente al centro di tutto, contro quel calcio moderno che a noi non piace affatto.

Appuntamento tra due domeniche, la prossima sarà destinata alla sosta dell’intero girone, contro il Real Trabia tra le mura amiche del campo Fincantieri.

Prima di concludere vorremmo ringraziare Salvatore del Quartograd, venuto a conoscere dal vivo il nostro progetto. La sua presenza, durante tutto il weekend, ci ha permesso di confrontarci con una delle realtà più navigate del Calcio Popolare. Averlo avuto in mezzo a noi, tra l’improvvisata collinetta castelbuonese e le tante birre scolate nelle serate trascorse, è stato un immenso piacere. Lunga Vita al Calcio Popolare!

Amuni Genio…il calcio è della gente!

Against Modern Football